[demo] Warlock: master of the Arcane

Ho appena scaricato e giocato alla demo del nuovo gioco della mitica Paradox Interactive (Europa Universalis, Crusader Kings, Hearts of Iron): Warlock – Master of The Arcane.

La demo consente di giocare per 50 turni in un mondo pre-calcolato.

Si tratta di uno strategico a turni, di stampo fantasy, appartenente al filone di Civilization e Master of Magic. Già dal primo turno  si può notare la forte somiglianza con l’ultima incarnazione della serie Civilization. Warlock prende infatti l’interfaccia a esagoni e la gestione delle città di Civ 5. Non sono sicuro ma mi sembra che i due giochi condividano il motore grafico.

Ma andiamo in ordine: il gioco si apre con un’assurda voce da falso vecchio saggio caratterizzata da una zeppola terrificante che vi dà il benvenuto a Warlock: Maffter of the arcane. Non ho sbagliato a scrivere, dice proprio “maffter”. Immaginatevi Jovanotti che vi legge un pezzo pieno di S. Purtroppo la voce leggerà anche le schermate di tutorial sparse nel gioco.

Scelta a dir poco bizzarra.

Partito il gioco vero e proprio ci si ritrova di fronte ad una grafica bella e pulita, con un’interfaccia intelligente che copre davvero poco della bella mappa strategica di gioco. Colpisce la scelta degli esagoni, ma se avete visto Civ5 non vi meraviglierete troppo.

A differenza degli strategici classici, qui la città si sviluppa direttamente sulla mappa, con le costruzioni che vanno piazzate negli esagoni adiacenti al centro cittadino. Buona scelta, elimina la necessità di fare upgrade in giro per la mappa con unità specializzate (workers, engineers, settlers) e quella di fare una rappresentazione astratta della città.

Altra novità davvero spiazzante è che non è possibile fare stacking delle unità: in ogni esagono ce ne può essere soltanto una.

Questa è una scelta che mi ha lasciato perplesso appena l’ho vista in Civ5. Introduce un elemento di tattica a scontri che nei vecchi Civ erano puramente astratti. Purtroppo l’implementazione lascia molto a desiderare: infatti il movimento degli eserciti diventa decisamente complicato. Anche se le unità hanno parecchi punti movimento, con le penalità per i terreni difficili ci si ritrova a fare mosse di una casella sola e ben presto si resta bloccati nelle strettoie della mappa. Condurre un attacco diventa un esercizio di logica e togliere dal fronte le unità danneggiate per fare una rotazione con quelle fresche è praticamente impossibile. Infatti dietro alla prima linea finiscono i tiratori (con raggio 2), che contribuiscono a rendere il marasma ancora più complicato.

Il risultato è che un nemico con una città vicina riesce, grazie alla maggiore libertà di movimento, a bloccare a lungo eserciti mostruosamente superiori.

Questa idea degli esagoni e il no-stacking la ritengo assolutamente perdente. Non vedo come possa ritenersi divertente giocare ad un videogame di conquista in cui la parte più difficile è muovere le proprie unità. Il vecchio Master of Magic aveva gli scontri tattici, lo stesso il prossimo Fallen Enchantress di Stardock oppure Age of Wonders. Se proprio non si voleva introdurre un livello simile (che di fatto è un altro gioco) era meglio mantenere la vecchia implementazione di Civ, magari mettendo un limite allo stacking.

Altre critiche sparse che mi vengono in mente:

  • favorisce il city-spamming, quel fenomeno in cui è più forte chi riempie la mappa di città, piuttosto che chi ne ha poche ma molto sviluppate. Per fortuna il micro-managing di queste è ridotto molto dalla crescita che è limitata agli avanzamenti di popolazione.
  • le promozioni che ottengono le unità quando passano di livello sono troppo poche e poco interessanti: si finisce per prendere sempre le stesse.
  • l’impossibilità pratica di far ruotare le unità al fronte rende difficile mantenere in vita le unità più esperte, cosa che andrebbe invece favorita proprio perché è stato previsto un percorso di avanzamento.
  • La magia sembra abbastanza blanda e poco efficace, ma non voglio sbilanciarmi visto che nei 50 turni della demo non si riesce ad avere un grande potenziale in questo campo.

Il gioco sarà un classico sandbox con la possibilità di giocare ogni volta su un mondo diverso generato casualmente. In questo la novità è che è possibile scegliere fino a 7 mondi paralleli oltre a quello da cui si parte. Sarebbe bello sapere se sugli altri mondi ci siano regole differenti.

Penso proprio che farò come ho fatto con Civilization 5. Seguirò il consiglio dei Van Halen: “Might as well JUMP

Annunci

Il demo di Mass Effect 3

Ho appena finito il demo di Mass Effect 3. E’ la parte iniziale del gioco più una missione che si colloca più avanti nella storia. Ci ho messo un’oretta circa e mi sono divertito parecchio. Molto ma molto bello e non vedo l’ora di riprendere la mia Renegade Adept 🙂 (ho deciso di usare lei perché nel 2 sono riuscito a salvare tutto l’equipaggio e tutti i personaggi).

A parte qualche aggiunta nell’equipaggiamento e a qualche miglioramento nel controllo e movimento del personaggio, è praticamente uguale al 2. Almeno io non ho notato nessuna differenza. Meglio, come dicono i Nani “se non è rotto perché aggiustarlo”…non lo so se lo dicono loro ma mi è sembrata un’espressione abbastanza nanesca 😉

Sono veramente curioso di vedere quello che succede. La cosa bella è che all’inizio del gioco si può scegliere se avere un’esperienza più incentrata sull’azione, una cosa a metà, oppure tutta basata sulla storia. Questo per fare contenti un po’ tutti, dal bimbominkia al metusalemme (noi).

Questo è un altro di quei giochi che ho prenotato l’edizione da collezione. Mi è piaciuto talmente tanto il 2 che ho deciso di prenderla. Costa sui 100€ ma me ne sbatto 😉 (l’altra CE che ho comprato è stata quella di Deus EX, che ho pagato però sui 20€…lunga storia). E’ praticamente la prima volta che spendo questa cifra per un gioco e credo che posso ormai dire che i giochi della serie ME sono i miei preferiti di sempre.

L’ho già detto che non vedo l’ora di iniziare ME3? 😉

[demo] Final Fantasy XIII-2

Ho scoperto che ormai non sopporto più i cosiddetti JRPG. Per me è un peccato perché la serie di Final Fantasy è veramente di altissima qualità a livello artistico e soprattutto tecnico, non ricordo di aver mai sperimentato un bug che sia uno in tutti i FF a cui ho giocato.

Ho voluto provare questo demo soprattutto per curiosità e perché stamattina ho deciso di non fare un cazzo 😉 penso che dopo quest’articolo mi metterò a massacrare un po’ di orks su Space Marine, un gioco veramente massiccio.

Cose che ormai non sopporto più di questi giochi:

  • I protagonisti devono necessariamente essere bambinetti intellettualmente super maturi. I rari personaggi sui 30 sono di solito raffigurati come dei VECCHI! Giochi l’intero gioco e poi leggi in qualche wiki che hai usato un personaggio di 13 anni…ma i genitori dove cazzo sono finiti? Ah giusto…o sono morti o sono dispersi da ritrovare…how ORIGINAL!
  • La solita storia d’amore trita e ritrita con la lei che deve necessariamente essere salvata e/o deve morire in circostanze tristissime. Avete rotto il cazzo usate un po’ di IMMAGINAZIONE!
  • Non vi viene la voglia di strozzarlo?

  • Tra la serietà e la drammaticità delle tematiche sviluppate/incontrate nel gioco ci deve SEMPRE essere almeno un personaggio o una mascotte IDIOTA che non c’entra un cazzo e che irrimediabilmente rovina quel minimo di logica e/o realismo presente in questi giochi. Esempio il Kupo che svolazza e grida cose incomprensibili mentre la gente intorno muore. Da shotgunnarlo a bruciapelo. Cioè ti stai godendo la vista spettacolare e una musica stupenda poi ti giri e ti vedi un Kupo che svolazza, ti sorride e dice “kupokupo”….BAAAAAMM! Le cervella del Kupo sparse su tutto il prato.
  • All’inizio ho pure pensato di ricominciare FFXIII che ho abbandonato per seguire la storia di questo qua ma verso la fine del demo avevo già cambiato idea. Basta.

    Penso che il prossimo RPG per me sarà proprio questo Kingdoms of Amalur di prossima uscita (ho giocato il demo tipo 3 volte), tanto Skyrim ormai lo salto come ho saltato New Vegas (se un Genio mi regala tre desideri, uno di quelli lo uso per far chiudere la Bethesda…giuro).

    Poi penso che mi butterò su Mass Effect 3 a Marzo 😉

[demo] Kingdoms of Amalur: Reckoning

Oggi mi sono scaricato il demo per PS3 perché molto incuriosito da questo GDR oper world della Big Huge Games prodotto dalla EA. Questa curiosità è scaturita anche dall’immensa delusione che è stato Skyrim, un gioco che ho aspettato con ansia e che si è rivelato l’ennesima presa per il culo della BUGthesda.

Parto subito col dire che deve essere assolutamente scaricato e installato perché non solo dà degli item extra da usare nel gioco completo, ma regala anche un set speciale da usare su Mass Effect 3 😉

Dopo un video introduttivo che ci introduce, appunto, alla storia, ci ritroviamo davanti la creazione del personaggio…che inizia morto 😉 non dico altro per non rovinare la sorpresa.

Le razze sono gli Almain, umani guerrafondai e religiosi…guardacaso; i Varani, sempre umani ma pirati, mercenari e mercanti; i Ljosalfar, una specie di elfi; e infine i Dokkalfar, la controparte “scura” elfica. Ognuna di queste razze dà dei bonus di partenza a determinate abilità quindi bisogna subito avere un’idea del tipo di personaggio che si vuole sviluppare (non ci sono classi iniziali da scegliere). Si ha ovviamente la possibilità di farlo maschio o femmina. Inoltre si può scegliere un patrono che dà degli ulteriori bonus, cambiano a seconda della razza ma sostanzialmente sono molto simili.

Passiamo al gameplay. Il movimento del personaggio è molto fluido (è in terza persona alla Dark Souls). Anche il combattimento è molto fluido, dinamico e abbastanza semplice/immediato. Il personaggio purtroppo non ha dialoghi parlati, che è una cosa abbastanza orribile in qualsiasi GDR che si rispetti. Mi ha colpito molto la grafica e l’ambientazione in generale. Un po’ come quella di World of Warcraft ma molto più curata, essendo un gioco in single.

Il demo ti fa provare le tipologie classiche dei GDR, e cioè ladro, guerriero e mago. Promette molto bene e penso proprio che lo acquisterò anche se aspetterò di leggere qualche recensione…di quelle vere e soprattutto da una copia per PS3!