[Fumetti] Wolverine and the X-Men #1

Il primo numero della nuova testata degli X-Men nata dallo scisma che ultimamente ha sconvolto l’universo mutante.

La copertina è molto di impatto visivo (come potete vedere) e il numero promette un contenuto molto interessante per quanto riguarda i disegni. Chris Bachalo è uno dei miei artisti preferiti di vecchia data.

Prima vignetta: “Graymalkin lane, Salem Center, Westchester county, New York”…quante storie sono iniziate e finite in quel posto, troppe…Wolverine e Xavier (che adesso cammina) fanno un tour della scuola ancora in costruzione. Wolverine sarà il nuovo Headmaster, con Kitty Pride come Headmistress.

Nel cortile della scuola si intravede una statua di Jean Grey, evidentemente morta in qualche vicenda di cui non sono al corrente (non ho letto gli X-Men per parecchi anni). La storia si svolge intorno a Wolverine e Kitty che seguono un paio di ispettori che potenzialmente hanno abbastanza potere decisionale per far chiudere la scuola ancora prima di essere aperta (anche se in realtà già ci sono studenti in giro che seguono varie classi).

A parte il solito mix assortito di mutanti (che ormai sono diventati dei mostri, non si sa perché), abbiamo anche un paio di Shi’ar esiliati e un gruppo di piccoli Kurt Wagner (Nightcrawler) casinari. Non si sa da dove sono usciti, evidentemente ho perso parecchia continuity del mondo mutante.

L’ispezione non va molto bene e la fine del numero mostra il primo dei vari disastri che colpirà questa scuola. In perfetto stile X-Men 🙂

La fine del fumetto include un paio di chicche che avrei voluto scannerizzare ma ho paura che non si possa fare per motivi di copyrights. C’è un diagramma dei vari componenti della scuola tra cui Wolvie e Kitty come headmasters, membri dello staff e studenti. Inoltre c’è anche la lista delle materie e i professori che le insegnano. Un Esempio è “dizione e linguistica” insegnata da Rogue (nei fumetti originali parla in slang e spesso non si capisce. Purtroppo nei fumetti tradotti parla un perfetto italiano quindi questa chicca non sarà capita).

Voto 4/5

[Fumetti] Uncanny X-Men #544 (numero finale)

Questo è l’ultimo numero della testata madre degli X-Men prima del rilancio col numero 1 in uscita tra poche settimane.

Non aggiunge molto alle vicende già narrate su Regenesis e in un certo senso è un numero abbastanza inutile. Sembra che sia stato fatto solo per tappare un buco nella programmazione del rilancio. La cosa forse più “simpatica” è forse la prima pagina che ristampa la prima pagina del primo numero degli X-Men disegnati da Jack Kirby, anche se i dialoghi riprendono le vicende più recenti.

Un’altra tavola molto bella è una di due pagine che raccoglie le vicende più importanti della storia degli X-Men, ottima per un wallpaper. Il resto del numero è un po’ inutile e confusionario, con Sinistro che non si capisce bene cosa fa e cosa blatera durante tutto il numero.

Sinceramente questo è un numero da avere giusto perché è l’ultimo di una serie che ha più di 500 numeri alle spalle, ma per il resto serve solo per occupare spazio nello scaffale. Sono curioso comunque di vedere come si svilupperà la serie dal numero 1.

Voto: 2/5

[Fumetti] X-Men Regenesis

Dopo la nuova rubrica di Paolo sui boardgame, ne inauguro una anche io sui fumetti, con X-Men Regenesis. Questo articolo richiede un po’ di ricerca da parte vostra nel caso voleste approfondire i personaggi e le tematiche discusse.

Dopo il rilancio di TUTTE le testate della DC Comics, anche la Marvel si sta cimentando in questa impresa, anche se a piccoli passi, per in un certo senso “nascondere” il fatto che li sta copiando (tra le altre cose la DC comics sta facendo veramente una barca di soldi con il suo rilancio). La testata madre degli X-men ricomincerà il conteggio dal numero 1 (in uscita a Novembre) e dalle ceneri di questo scisma un’altra testata nascerà con il titolo Wolverine and the X-men, in uscita a Ottobre.

Lo scisma di cui sopra viene narrato in una mini-serie di 5 numeri dal titolo X-Men Schism (appunto). In sostanza le due figure leader degli X-Men (Ciclope e Wolverine) hanno uno screzio ideologico abbastanza violento su come guidare gli X-Men portando il team a spezzarsi a metà. Da lì la creazione dei due team/testate. Regenesis si colloca tra la mini-serie e le nuove testate ed è un one-shot un po’ più corposo dei numeri normali (che è comunque parte di un cross-over tra tutte le testate mutanti…ovviamente).

Ciclope vede gli X-Men, incluso i più giovani, come dei soldati e il suo obiettivo è quello di temprarli per poter affrontare ogni genere di minaccia dall’esterno. Wolverine, dall’altro canto, vuole proteggere i giovani dalla vita militaresca di Scott e vuole tornare a Westchester a ricostruire la scuola e il sogno di Xavier. Devo ammettere che avrei tranquillamente invertito i ruoli, dato che ho sempre considerato Scott molto più vicino alla mentalità di Xavier, mentre Wolverine molto più rozzo e realista.

Nello one-shot Regenesis, i vari X-Men danno le loro motivazioni sul perché scelgono un team a discapito dell’altro, fino a mostrare, nelle ultime due pagine del fumetto, le copertine delle due nuove testate con le corrispettive liste dei vari mutanti. La storia viene rappresentata su due fronti, uno immaginario dove Scott e Logan sono in una lotta tribale, durante la quale i vari membri scelgono il loro lato. Sono tutti rappresentati come dei selvaggi intorno a un fuoco mentre i due leader si aggrediscono a volontà. Nel fronte “reale” i vari componenti degli X-Men danno le loro motivazioni in un modo molto meno selvaggio.

Sono molto curioso di leggere Wolverine and the X-Men perché disegnato da uno dei miei artisti preferiti: Chris Bachalo.

I mutanti che scelgono di seguire Logan a Westchester sono molto meno di quelli che decidono di rimanere con Scott sulla costa Ovest. Citando soltanto gli X-Men più famosi, ci sono Colosso, Tempesta, Magneto e Psylocke, con Scott e Gambit, Iceman, Kitty Pride e Bestia, con Wolvie (forse il team più interessante).

Per quanto mi riguarda le seguirò entrambe ma già so che mi piaceranno molto di più le vicende narrate a Westchester, dato che sono sempre stato innamorato della “Scuola” 🙂

Voto: 3/5