I martelli di Ragnar

Il gruppo

Fondato da Ragnar Gurnisson, uno dei più famosi fabbri di Iron Hill, la comunità di nani vicina a King’s Port. L’idea di mettere insieme un gruppo di avventurieri è frutto di una scommessa fatta da Ragnar con il suo rivale in affari Anor Giblek, che lo aveva accusato di essersi rammollito negli agi ottenuti con la sua attività.

Attivo nell’area di King’s Port in Valusia, il gruppo ha subito grossi cambiamenti di organico alla vigilia della sua seconda missione. Fra le defezioni lo stesso fondatore, costretto a rimettere in sesto gli affari di famiglia affidati ad un forse sopravvalutato genero.

Membri attuali:

Ugrush

Interpretato da Adriano

Fuciliere mezzorco, dal carattere brutale, gli piacciono le cose che fanno male e quelle che esplodono. Si capisce bene che per lui le armi contano più dello stile. Il suo equipaggiamento sembra vecchio e non particolarmente pulito, ma il suo fucile e la baionetta sono sempre in perfetto stato.

Membro dei Martelli di Ragnar dall’inizio, è un ex fuciliere della Guardia Cittadina di King’s Port. Combatte con un Blunderbuss (una specie di shotgun). E’ in missione per dimostrare che non tutti i mezzorchi sono dei mostri sanguinari.

Markus Semak

Interpretato da Lorenzo

Anche lui è nel gruppo dalla prima avventura. Figlio delle tribù nomadi che viaggiano nella parte settentrionale di Kos, ha avuto una adolescenza distrutta da un’incursione degli orchi. Dopo lungo vagare ha trovato un mentore che mettesse a frutto la sua predisposizione per l’arte magica e, con impegno e dedizione, è riuscito a farsi ammettere all’accademia di Mizridoor, la più importante scuola di magia di Valusia. E’ in missione con l’obiettivo di ritrovare antiche tradizioni magiche. Nonostante l’educazione nel prestigioso istituto, mantiene con orgoglio le sue tradizioni e non rinnega le sue radici.

Uhran

Interpretata da Manuela

Aggregatasi al gruppo all’inizio del contratto con i Galstaff, è una mezzorchessa dalla pelle chiara. Sebbene sembri scolpita con l’ascia che sempre porta con sé, ha dei tratti decisamente femminili. I mezzorchi hanno di solito un incarnato fra l’olivastro e il grigio, e Uhran è una rarità, la sua origine mostra una evidente componente degli Umani delle città Bianche. Sul corpo porta innumerevoli cicatrici, e dalla muscolatura che mostra è evidente che il suo lavoro sia al centro della mischia. Si è unita al gruppo perché ha intenzione di fare qualcosa di utile nella vita, non ce la faceva più a saltare da un impiego assurdo all’altro: guardia di carovane, buttafuori, mercenaria…

Ha alle spalle un passato di sevizie e abusi, in parte subiti ad opera del padre, il temibile Capoguerra Gork, il più pericoloso condottiero orco degli ultimi anni. A quanto pare è lei l’artefice della misteriosa dipartita di Gork, ucciso nel suo primo impeto di furia berserk, dopo l’ennesima serie di violenze.

Conte James Templeton III

Interpretato da Fabrizio

Giovane rampollo del Nobile casato Templeton, James è il primogenito del vecchio Conte.

Bello e raffinato, una figura che difficilmente passa inosservata, veste sempre in modo ricercato ed all’ultima moda. Ha una notevole passione per i beni di lusso e l’antiquariato.

Raggiunta la maggiore età ha deciso di intraprendere la vita dell’avventuriero, certo che con le sue competenze e contatti nulla sia oltre la sua portata. Questa decisione ha comportato forti contrasti con il padre, che alla fine si è rassegnato, lasciandolo andare ma costringendolo ad accettare il compromesso di essere accompagnato da Sir Arys Oakbark, un fedele cavaliere del casato.

La sua passione per i beni rari e misteriosi ha qualcosa di morboso, è stato ricompensato in questo divenendo uno dei fortunati possessori di una pietra Sa Karan che gli ha donato il potere del fulmine.

Ulpia Greenland

Interpretata da Claudia

Figlia di un birraio di discreto successo di King’s Port, Ulpia ha presto mostrato insofferenza per la vita che le sarebbe spettata se fosse rimasta ad occuparsi dell’impresa di famiglia: voci roche, uomini ubriachi, battute volgari…

Dopo che sua sorella maggiore si è sposata con uno dei frequentatori abituali del locale ha deciso che la sua passione era la conservazione della conoscenza. Con fatica ha convinto il padre a farle completare gli studi ed ha intrapreso una carriera come copista della biblioteca della Basilica di Solace a King’s Port.

Qui, copiando un vecchio testo, ha deciso che la vita di un Sacerdote del Sole sarebbe stata ancora più piena, in difesa delle persone che producono la cultura di cui finora si è occupata. Dopo aver percorso il lungo cammino per arrivare alla prova, ha ricevuto la benedizione di Solace e ora ne porta il marchio sul corpo, mostrando la sfumatura dorata di pelle tipica dei Sacerdoti del Sole.

E’ entrata nei Martelli di Ragnar su “suggerimento” della chiesa militante di Solace, che pare abbia ricevuto una notevole donazione dal Conte Templeton affinché uno dei Sacerdoti con doti curative si unisse al gruppo.

Giovane e riservata, non ama apparire. E’ alla sua prima partecipazione in un gruppo di avventurieri, ma si è promessa di tornare appena possibile a trovare la famiglia di origine e i suoi nipotini, figli di sua sorella.

Sir Arys Oakbark

Interpretato da Antonello

Un cavaliere non più nel fiore degli anni che accompagna il Giovane Conte Templeton su richiesta di suo padre. Sir Arys è stato capitano della guardia della casata Templeton e ora, forse per toglierlo da attività per il quale non è più adatto, il Conte lo ha assegnato alla Custodia dell’avventato figlio. Sir Arys è un elegante veterano di guerra che cavalca con grazia. E’ sempre educato anche nelle situazioni più complicate, se non fosse per l’armatura e le armi che porta alla cintura sarebbe facile scambiarlo per il mastro di cerimonia di una nobile casata. Ha il portamento di un ufficiale dell’accademia militare.

Ha una moglie e quattro figli, ma dispute territoriali con la famiglia nobile confinante dei Sunspark lo hanno portato ad una sconfitta sul campo, in seguito della quale ha dovuto cedere il suo primogenito che ora vive nel castello dei suoi nemici. Vistosi in difficoltà non gli è rimasto che cercare la protezione dei Templeton di cui è vassallo. Rapidamente ha scalato posizioni all’interno della gerarchia militare dell’esercito del conte, fino a divenire capitano della guardie.

Il pedone di Mizridoor

Essere evocato

Un essere evocato tramite uno degli incantesimi che sono il marchio di fabbrica dell’accademia di Mizridoor. E’identico all’omonimo pezzo nella scacchiera usata nell’accademia. Inquietante il suo sguardo fisso e il volto inespressivo mentre tenta di farvi fuori. E’ uno dei potenti incantesimi di Markus.

ritorna a Savage Worlds

6 risposte a “I martelli di Ragnar

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...