Warcraft: The Beginning

Warcraft_Teaser_PosterDi solito il marchio Blizzard garantisce un prodotto di qualità, e sotto certi aspetti non delude neanche in questo caso. Purtroppo però questo non è un video gioco, o un corto metraggio, dove la Blizzard eccelle, ma bensì un film, con attori veri, i quali secondo me sono stati il motivo numero uno della sua mediocrità, per essere buoni.

La storia è quella che ci si aspetta da un titolo del genere e anzi, non è neanche malaccio se uno si sofferma a pensare che in effetti è un film ambientato nel mondo di Warcraft, non è Via Col Vento. Quindi secondo me attaccare la storia va bene ma fino a un certo punto. Quello che non mi è piaciuto per niente sono stati gli attori.

Gli effetti speciali sono spettacolari, anche se forse un po’ troppo psichedelici però dai, ci sta, e gli orchi sono veramente stupendi. Su questo tanto di cappello. Ma gli attori sembra che li abbiano raccattati per strada. Medivh non si può vedere, sembra come se l’attore non vedesse l’ora che arrivasse la pausa pranzo tra una ripresa e l’altra, patetico. Lothar sembrava che semplicemente non gli andasse di recitare, con la faccia scazzata per tutto il film, come per dire “vabbè ci pago le bollette”. Khadgar ommioddio non ne parliamo. Mi stavo sentendo male. Mi ha ricordato quell’abominio del film di Dungeons and Dragons con Thora Birch. Siamo a quei livelli per quanto riguarda gli attori. L’unica che forse si salva è Garona, ma solo perché è molto bella, non per altro.

Gli orchi invece sono bellissimi e consiglio comunque di andare a vedere sto film solo per gustarseli. Si vedono anche dei Draenei all’inizio, nani e night elf, però poco e immagino che saranno più presenti nei prossimi film (penso si tratti della classica trilogia).

Non me la sento di consigliare questo film a chi non conosce il video gioco, perché non apprezzerebbe neanche quelle poche cose belle che ci sono, come la vista di Ironforge, Stormwind, le armature dell’Alleanza, i grifoni e altre chicche da leccarsi le orecchie. Sarebbe stato bello se avessero speso un po’ di più sul cast. Sarebbe stato bello se gli attori avessere creduto nel loro ruolo, avessero rispettato i personaggi.

Sono rimasto un po’ deluso, alla fine, perché mi aspettavo lo stesso livello qualitativo che la Blizzard ha sempre garantito in tutti questi anni. Dopo aver giocato per anni a World of Warcraft, no…che dico…a tutti i giochi della Blizzard, e dopo aver desiderato un film del genere per altrettanti anni, mi sarebbe veramente piaciuto vedere qualcosa di epico.

Voto 7/10 (non è malaccio per i fan, ma per gli altri si becca un bel 5/10)

Annunci

Maggie

Maggie_(film)_POSTERMaggie è un film zombie post apocalittico con Arnold Schwarzenegger e Abigail Breslin. Mi è piaciuto parecchio, perché si distacca in maniera drammatica dal solito film di zombie. Purtroppo però, ci sono un paio di cose che non gli hanno consentito di entrare nella mia top ten di sempre.

In breve, è la storia di un padre che vede la propria figlia, infetta da un virus, trasformarsi piano piano in uno zombie.

Il film è diciamo un po’ corto, un’ora e mezza, e secondo me non si ha il tempo a sufficienza per attaccarsi emotivamente a Maggie durante tutto il suo periodo di trasformazione da teenager a zombie. Durante lo svolgimento della storia, siamo sottoposti a questa metamorfosi, fisica e mentale, di Maggie che ho trovato molto forte emotivamente, anche se avrebbero potuto costruire un po’ di più proprio su questa cosa per coinvolgere a pieno lo spettatore. Ci sono alcune scene flashback in cui si intravede la sua vita sociale e sentimentale, ma secondo me non è bastato.

Un’altra cosa un po’ “debole” secondo me è stata proprio Arnold che, diciamocelo chiaramente, non è proprio un attore con la A maiscula, e questo dramma ne avrebbe veramente avuto bisogno. Un attore in questo ruolo (probabilmente il più importante) deve avere la capacità di trasmettere il dolore di un padre che vede la propria figlia trasformarsi piano piano in uno zombie. Arnold le facce le sa fare, anche perché rimane comunque una figura carismatica, ma per il resto si fa fatica a non vedere Terminator ogni volta che appare sullo schermo. Purtroppo i ruoli che ha quasi sempre interpretato sono stati po’ bidimensionali e ora che vorrebbe fare un po’ di drammi, trova parecchia difficoltà, secondo me.

Consiglio vivamente la visione di questo film e concentrarsi su Maggie, interpretata molto bene da Abigail Breslin. Se si sorvolano le cose un po’ negative che ho descritto sopra, ci si trova davanti a un film interessante e originale che finalmente si distacca un po’ dal solito film post apocalittico sui zombie.

Terminator Genisys

Terminator_GenisysQuesto articolo contiene spoilers.

Ci sarebbero tante cose da dire su questo film, ma mi limiterò a fare alcune considerazioni. Tornato a casa ho cercato un po’ di capire la timeline dell’universo di Terminator, ma credo di non avere il grado universitario adeguato per capirla.

Secondo me hanno fatto una macedonia e consiglio di andare a vedere questo film senza cercare di capire prima tutto, perché è una faticaccia inutile.

E’ divertente e sicuramente da vedere, però c’è una cosa che non mi è andata giù: Sarah Connor.

Secondo me, Emilia Clarke nel ruolo di SC non va bene. E’ fisicamente troppo piccola e priva di muscoli, considerando il suo passato, anche se la cosa che proprio mi ha fatto storcere il naso è il suo viso troppo dolce e angelico, sembra una bambina. SC secondo me deve essere necessariamente una badass alla Ripley di Alien, un soldato addestrato da un terminator, un essere vivente modellato da un blocco di granito.

Continua a leggere

Marvel Cinematic Universe: Fase Uno

phase_1

Lo scorso fine settimana, dopo aver visto l’ultimo film degli Avengers, mi è venuta voglia di farmi una maratona di Marvel Cinematic Universe. Mi sono visto 6 film in 2 giorni e tra poco la mia ragazza mi sbatte fuori di casa. I film della prima fase, in ordine cronologico, sono:

  1. Iron Man (2008)
  2. The Incredible Hulk (2008)
  3. Iron Man 2 (2010)
  4. Thor (2011)
  5. Captain America: The First Avenger (2011)
  6. Marvel’s The Avengers (2012)

Queste non saranno vere e proprie recensioni (anche perché non le so fare comunque), bensì alcune considerazioni personali, un tentativo di collegare i film tra di loro e infine identificare eventuali buchi o “bug” nella narrazione (ce ne sono pochi).

Collaborano a questo articolo Paolo e Tiziano con le loro opinioni in ordine sparso.

Continua a leggere

The Avengers: Age of Ultron

Avengers-Age-of-Ultron

“AVENGERS ASSEMBLEEEEEEE”…il grido di uno in sala mentre si faceva un selfy con la ragazza. Fenomeni che di solito si vedono solo alle prime dei film sui super eroi. Un’altra ha fatto gesti strani per tutto il film, gridolini eccitati e ha riso per qualsiasi cagata sullo schermo (non mi faceva sentire le battute nel film…true story)…diciamo che mi sono sentito in “crazy land”.

Per il resto…il film è una bomba. Continua a leggere

Pacific Rim

Pacific Rim è una fissa. Mettiamo in chiaro questo.

Ora vi spiego perché, ma era importante cominciare mettendo i puntini sulle i.

E’ un film che mischia i mega monster movie giapponesi (Kaiju Eiga) sullo stile di Godzilla, con robot giganti pilotati da umani all’interno di essi.

Quindi per un anime/manga fan è praticamente un’overdose sensoriale. Ci sono botte di un livello mai visto al cinema. Se avete dato un’occhiata al trailer con la famosa sequenza della nave nei denti capite cose intendo. Pensateci bene…

UNA.
NAVE.
NEI.
DENTI.

Ci può essere qualcosa di più figo?

PR_4

Quella che ha in mano Gypsy Danger è una nave. UNA NAVE

Il primo contatto alieno avviene sul pianeta Terra. Un mostro gigantesco emerge dal mare e spiana San Francisco. Questo tanto per mettere in chiaro il tono del film. Continua a leggere