Wolfenstein: The New Order

Wolfenstein_The_New_Order_coverWolfenstein: The New Order (W:TNO) è uno spara tutto più o meno nella media. Le cose che lo contraddistinguono e che lo rendono superiore sono l’ambientazione, la storia e i personaggi.

Ci troviamo in una distopia in cui la Germania nazista ha vinto la seconda guerra mondiale. La storia si svolge prevalentemente durante il 1960 a Berlino e in altre località, attraverso William “B.J.” Blazkowicz, un veterano di guerra.

Sinceramente è uno dei pochi spara tutto in cui ho provato delle emozioni verso i personaggi e vero odio verso i nemici. Mi ha sorpreso molto la cura che gli sviluppatori hanno messo nella narrazione e nello sviluppo dei personaggi. Continua a leggere

Annunci

Life is strange

Life_Is_Strange_LogoLife is strange (LiS) è un avventura grafica a episodi della Dontnod Entertainment simile a quelle della Telltale, ma con una particolarità che non spoilerò, anche se probabilmente ormai non è più un mistero, dato che questo gioco ha riscontrato parecchio successo e le recensioni sono tutte molto positive. Dico solo che io non lo sapevo e che è stata veramente una bella sorpresa, quindi se possibile cercherò di non rovinarla agli altri. Infatti consiglio vivamente di giocarci senza prima fare una ricerca online. Non leggetevi neanche le recensioni, perché sicuramente contengono degli spoiler. Fidatevi, è stupendo. Continua a leggere

The Last of Us: Left Behind (DLC)

Left Behind (LB) è il primo DLC che oltre a colmare un paio di lacune, è anche un piccolo preludio a The Last of Us (TLOU). Chi ha finito il titolo principale, ricorderà il discorso abbastanza strappa lacrime della fine, in cui Ellie…ma non posso aggiungere altro, perché TLOU è un titolo che deve essere assolutamente giocato e sperimentato in prima persona…insieme a LB. Continua a leggere

Batman: Arkham Origins

Batman-Arkham-Origins-Box-ArtBatman: Arkham Origins appartiene al passato, cronologicamente ma anche e purtroppo, come gioco. Anche se sembrerebbe una critica un po’ troppo cattiva, si può considerare un grosso DLC di Arkham City.

Non aggiunge niente di originale, a parte qualche cosina nuova qua e là, e le cose odiose presenti negli altri due titoli sono rimaste (Enigma…la prima che mi è venuta in mente). Diciamo che è un lungo passo indietro, e spero proprio che escano almeno un paio di DLC decenti. Tutto considerato, è comunque divertente e potrebbe piacere molto ai fan dell’Uomo Pipistrello (ci ho giocato 20 ore). Continua a leggere

Silent Hill Downpour

Silent_Hill_Downpour_box_artSilent Hill Downpour (SH:D) è un tipico Silent Hill, ne più ne meno, con qualche piccola modifica qua e là, e rivolto principalmente (a mio avviso) ai fan della serie.

L’ho finito in poco più di 10 ore e devo dire che mi ha fatto rimanere un po’ con l’amaro in bocca. Non tanto per la durata del gioco, tipica di questi titoli, quanto per la fine un po’…meh! La storia è tipicamente impossibile da capire, con cose senza senso che continuano a non avere senso anche dopo. I SH sono sempre stati così ed è sorprendentemente uno dei loro punti di forza. In realtà la storia si può trovare nella wiki o in qualche sito di fan…il problema è capirla mentre si gioca.

Continua a leggere

Metro Last Light prime impressioni

MetrolastlightMetro Last Light è un classico FPS ambientato nel mondo descritto da Dmitry Glukhovsky nei suoi libri e si colloca all’incirca un anno dopo gli eventi narrati in “Metro 2033”.

Le prime impressioni sono più o meno positive. La possibilità di settare la lingua in Russo (con sottotitoli) aiuta molto a immergersi in questo futuro post apocalittico alla Fallout. Niente da dire sul lato grafica, sonoro ecc. dato che non si distaccano significativamente dalle aspettative odierne. Un paio di grossi problemi però sono riusciti a rovinare quasi completamente questo titolo, almeno dal punto di vista della giocabilità (la storia è ancora tutta da scoprire).

Continua a leggere

Impressioni su Dragon’s Dogma

DragonsDogmaDragon’s Dogma è una strana bestia. Dopo una manciata di ore avevo già deciso di abbandonarlo. Tre parole: difficile, noioso e frustrante. Ma nonostante questo, non sono riuscito a smettere di giocarci. Masochismo o in realtà mi sono trovato tra le mani un gioco eccellente? So solo che mentre scrivo queste parole, non vedo l’ora di tornare a giocarci.

E’ sostanzialmente un gioco di ruolo tradizionale, con la creazione del personaggio, tre classi principali (guerriero, mago, ladro), quest in abbondanza, ecc. Essendo Giapponese, ha la sua dose di cose deficienti senza capo ne coda, stile Final Fantasy; però si vede molto che hanno cercato di emulare i GDR occidentali, quindi è godibilissimo.

Continua a leggere