Andromeda or not to Andromeda?

Dopo 55 ore di gioco, l’ho abbandonato.

Il gioco non è assolutamente malaccio, anzi, però non sono riuscito a finirlo per i seguenti motivi:

  1. Non c’è modo di fare un personaggio con una faccia decente. Ci ho provato per un bel po’, ma dopo mezz’ora ho pensato che forse sarebbe stato il caso di iniziare a giocare.
  2. Ho trovato le animazioni facciali dei personaggi veramente fatte malissimo. Ho iniziato Horizon da poco e la differenza è impressionante. A questo punto non ci sono più scuse per offrire un prodotto con animazioni così scarse (la grafica in generale comunque è molto bella).
  3. Ricerca e assemblaggio armi/armature sono completamente INUTILI. Dopo 55 ore di gioco non ho avuto il bisogno ne la voglia di ricercare o assemblare niente. Le cose si trovano tranquillamente in giro. In più il menu di ricerca e assemblaggio sono stati fatti veramente male.
  4. Ci sono troppe quest secondarie inutili che servono solo per allungare il brodo. Avrei potuto saltarle, ma per uno come me a cui piace fare un po’ tutto è un eresia solo pensarlo.
  5. Viaggiare e scannerizzare i pianeti è veramente una tortura inutile e una perdita di tempo impressionante. pensavo che avessero imparato questa cosa dalla trilogia precedente, ma evidentemente no.

Hanno rilasciato una patch che migliora un po’ la situazione, ma per me non è bastato.

Fondamentalmente queste sono le ragioni principali del mio logoramento. Poi quando ho iniziato Horizon non ho proprio più sentito neanche la voglia di caricarlo. Ci ho provato una volta ma l’ho chiuso dopo 5 minuti.

Per correttezza, aggiungo anche le cose che mi sono piaciute parecchio:

  1. Suvi
  2. La fase di explorazione dei pianeti con il Nomad è molto piacevole, perché graficamente sono molto diversificati.
  3. I personaggi in generale sono abbastanza tridimensionali e tutti da scoprire. Ogni tanto le loro battute mi hanno fatto sorridere (“Kill…me…now”)
  4. La grafica è molto bella, specialmente se si possiede un PC di ultima generazione.

Mi sento comunque di consigliarlo almeno ai fan della serie, perché probabilmente ci troveranno numerose ragioni per finirlo. Personalmente ho amato la trilogia (tanto quanto ne ho odiato la conclusione), ma non sono comunque riuscito a finirlo.

A voi il dilemma “Andromeda or not to Andromeda”?

Life is strange

Life_Is_Strange_LogoLife is strange (LiS) è un avventura grafica a episodi della Dontnod Entertainment simile a quelle della Telltale, ma con una particolarità che non spoilerò, anche se probabilmente ormai non è più un mistero, dato che questo gioco ha riscontrato parecchio successo e le recensioni sono tutte molto positive. Dico solo che io non lo sapevo e che è stata veramente una bella sorpresa, quindi se possibile cercherò di non rovinarla agli altri. Infatti consiglio vivamente di giocarci senza prima fare una ricerca online. Non leggetevi neanche le recensioni, perché sicuramente contengono degli spoiler. Fidatevi, è stupendo. Continua a leggere

Batman: Arkham Origins

Batman-Arkham-Origins-Box-ArtBatman: Arkham Origins appartiene al passato, cronologicamente ma anche e purtroppo, come gioco. Anche se sembrerebbe una critica un po’ troppo cattiva, si può considerare un grosso DLC di Arkham City.

Non aggiunge niente di originale, a parte qualche cosina nuova qua e là, e le cose odiose presenti negli altri due titoli sono rimaste (Enigma…la prima che mi è venuta in mente). Diciamo che è un lungo passo indietro, e spero proprio che escano almeno un paio di DLC decenti. Tutto considerato, è comunque divertente e potrebbe piacere molto ai fan dell’Uomo Pipistrello (ci ho giocato 20 ore). Continua a leggere

Flashback remade

A 20 anni dall’uscita del gioco originale, il mitico Flashback, la Ubisoft ha deciso di farne un remake.

Flashback, probabilmente il platform di maggior successo della storia ludica del PC, fu l’erede spirituale dello straordinario Another World, primo platform in grafica vettoriale.

Fu anche uno dei giochi che sottolineò con chiarezza il definitivo sorpasso dei PC sualla macchina da gioco degli anni precedenti, l’Amiga 500.

E’ da poco disponibile una demo (io l’ho scaricata da Steam). Vi farò sapere come mi sembra

Farcry 3 Blood Dragon

Far-Cry-3-Blood-Dragon-logo

Grafica in wireframe, musica elettronica, fulmini e lo stile grafico dei logo della Ocean. Non vi sembra un gioco per Amiga 500?

Farcry 3 Blood Dragon (d’ora in poi FC3BD) è un folle esperimento piuttosto difficile da classificare. Si tratta di un gioco basato sul motore dell’ottimo Farcry3, ma che condivide con il gioco di Crytek molti aspetti riguardanti il gameplay.

Si potrebbe paragonare ad uno di quei mod total conversion che le community sviluppano ogni tanto: il gioco resta simile, ma è tutto ridisegnato da zero.

L’idea è nata probabilmente in un momento di follia o di ubriachezza molesta del team degli sviluppatori (che sono comunque interni crytek): fare un FPS nello stile dei B-movie di fantascienza degli anni ’80. Continua a leggere

Metro Last Light prime impressioni

MetrolastlightMetro Last Light è un classico FPS ambientato nel mondo descritto da Dmitry Glukhovsky nei suoi libri e si colloca all’incirca un anno dopo gli eventi narrati in “Metro 2033”.

Le prime impressioni sono più o meno positive. La possibilità di settare la lingua in Russo (con sottotitoli) aiuta molto a immergersi in questo futuro post apocalittico alla Fallout. Niente da dire sul lato grafica, sonoro ecc. dato che non si distaccano significativamente dalle aspettative odierne. Un paio di grossi problemi però sono riusciti a rovinare quasi completamente questo titolo, almeno dal punto di vista della giocabilità (la storia è ancora tutta da scoprire).

Continua a leggere

[rece] Remember Me

"Nilin" by ~Plamber (Deviantart)

“Nilin” by ~Plamber (Deviantart)

Remember Me è un esercizio stilistico e artistico notevole, ma come gioco lascia molto a desiderare.

L’ambientazione è stata curata nei minimi dettagli ed è molto suggestiva, però ho paura che non abbiano dedicato tempo a sufficienza per creare delle meccaniche di gioco accattivanti. Infatti è purtroppo abbastanza noioso e spesso frustrante. Posso tranquillamente affermare il fatto che sia quasi un gioco su binari, con possibilità di esplorare pressocché nulla. E’ un po’ come girare in un museo cyberpunk e transumanista meraviglioso, con insegne con su scritto “non toccare” e dove non si può tornare indietro ma solo andare avanti. Continua a leggere