Marvel Cinematic Universe: Fase Uno

phase_1

Lo scorso fine settimana, dopo aver visto l’ultimo film degli Avengers, mi è venuta voglia di farmi una maratona di Marvel Cinematic Universe. Mi sono visto 6 film in 2 giorni e tra poco la mia ragazza mi sbatte fuori di casa. I film della prima fase, in ordine cronologico, sono:

  1. Iron Man (2008)
  2. The Incredible Hulk (2008)
  3. Iron Man 2 (2010)
  4. Thor (2011)
  5. Captain America: The First Avenger (2011)
  6. Marvel’s The Avengers (2012)

Queste non saranno vere e proprie recensioni (anche perché non le so fare comunque), bensì alcune considerazioni personali, un tentativo di collegare i film tra di loro e infine identificare eventuali buchi o “bug” nella narrazione (ce ne sono pochi).

Collaborano a questo articolo Paolo e Tiziano con le loro opinioni in ordine sparso.

Iron Man:

  • Nemici: Iron Monger
  • Prime apparizioni: War Machine
  • Plot holes: –
  • Scena post-crediti finali: Nick Fury incontra Tony Stark e gli parla dell’iniziativa Avengers.

Non molto da dire sul primo film della serie. Le origini di Iron Man (ovviamente) e la prima apparizione di War Machine, anche se soltanto da “civile”.

Paolo facts:

  • La scena in cui Tony Stark emerge con la Mark 1 (l’armatura che sembra un ferro da stiro) sulla base del pezzo “Iron Man” dei Black Sabbath vale per un metallaro il prezzo del biglietto.
  • Per la prima volta veniamo deliziati dalla originale interpretazione di Robert Downey Jr di Tony Stark. Dopo aver subito i film della Fox quella sua resa del personaggio così sopra le righe mi ha molto colpito. Per la prima volta un Super non mi è sembrato di plastica.
  • Terrence Howard, che interpreta James “Rhodey” Rhodes (futuro War Machine) in Iron Man ha guadagnato di più di Robert Downey Jr. per questo film. In seguito ha detto che il ruolo ha ucciso la sua carriera e ha deciso di non interpretarlo più.

Tiziano facts:

  • Quoto la considerazione di Paolo sul pezzo metal di Ozzy. Poi volevo aggiungere la buona idea di attualizzare la trama. In origine Tony veniva catturato dai vietnamiti in Vietnam. Mi è sembrato logico attualizzare la trama con i terroristi islamici.

The Incredible Hulk:

  • Nemici: Abomination
  • Prime apparizioni: –
  • Plot holes: Elizabeth Ross, la ragazza di Bruce Banner e The Leader, una nemesi di Hulk. Questi personaggi non riappaiono nei film seguenti perché probabilmente sarebbero dovuti apparire in un seguito che non hanno mai fatto. Peccato.
  • Scena post-crediti finali: Stark incontra Il colonnello Ross e gli parla dell’iniziativa Avengers.

Questo film mi è piaciuto particolarmente. Lo scontro tra Hulk e Abomination è veramente fantastico. Ho sentito che non ha riscontrato molto successo e sinceramente non capisco il perché. A me è sembrato un titolo molto solido con momenti di pathos e azione dosati al punto giusto. Potrebbe essere stata la natura del personaggio a influire sul poco successo, anche se a me Hulk è sempre sembrato un personaggio con parecchie possibilità narrative.

Paolo facts:

  • Questo film l’ho mancato. Ho provato a vederlo in TV ma mi sono addormentato. Dipende forse dal fatto che non ho mai sopportato Hulk, che come scienziato è abbastanza baseline Marvel, e quando diventa figo è uno scimmione verde fortissimo e invulnerabile. Un “plot killer” secondo me.

Iron Man 2:

  • Nemici: Whiplash
  • Prime apparizioni: Black Widow, War Machine in azione (nel primo non ha mai usato l’armatura). Nota: L’attore è diverso (odio queste cose).
  • Plot holes: –
  • Scena post-crediti finali: L’agente Coulson dello S.H.I.E.L.D. trova il luogo dello schianto del martello di Thor (Mjolnir).

Paolo facts:

  • Questo film sono andato a vederlo gasatissimo: il primo Iron Man era una figata, il cattivo era Mickey Rourke che era stato fantastico in The Wrestler (vedetelo!), c’era da vedere anche War Machine…
  • L’opinione alla fine è stata meh. Un sacco di robot, un sacco di esplosioni, un sacco di combattimenti in armatura. Tuttavia mi è sembrato tutto un po’ forzato: le battute di Tony Stark troppo gratuite, il suo tono troppo spaccone, i combattimenti troppo esagerati. Mentre il primo mi ha dato una forte impressione di “nuovo” questo mi è sembrato immediatamente un po’ finto.

Tiziano facts:

  • A me non è dispiaciuto. Certo il primo di ogni serie ha sempre più appeal; mi sarebbe piaciuto molto se avessero approfondito la personalità e la storia di Vanko. Alla fine era riuscito ad arrivare agli stessi risultati di Stark.

Thor:

  • Nemici: Loki
  • Prime apparizioni: Hawkeye
  • Plot holes: –
  • Scena post-crediti finali: Nick Fury mostra il Tesseract al Dr Erik Selvig. Loki è presente ma invisibile.

Incontriamo Loki per la prima volta, un simpaticone che creerà parecchi problemi nelle storie future. Simpatico il momento quando Thor chiama l’agente Coulson “son of Coul”. L’attore che interpreta Thor non lo sopporto molto, però sembra molto idoneo al ruolo. Sarà che Thor in generale non l’ho mai sopportato. Ho sempre trovato “stupidi” i fumetti con Dei di vario genere.

Paolo facts:

  • Ok anche secondo me Thor stona di brutto nell’universo Marvel. Alla fine è un elemento di un Pantheon religioso reale trasposto in una ambientazione di fantasia. Boh. Pensate se al suo posto ci fosse stato Mosè. Vi sarebbe sembrato appropriato?
  • Film diretto dal famoso e apparentemente talentuoso Kenneth Branagh, Thor secondo me risente di un problema fondamentale. Finisce al contrario. Thor viene da un altro mondo e ha vissuto per migliaia di anni. Si suppone qualche ragazza l’abbia già avuta. Va sulla Terra, incontra Jane Foster. Alla fine del film distrugge il Bifrost e la frase che dice Loki “Non potrai rivederla mai più!” non sembra un gran sacrificio, considerando che Thor e Jane si conoscono più o meno da 3 giorni. Distruggendo il Bifrost Thor rimane ad Asgard. Se fosse rimasto bloccato sulla Terra (Midgard) sarebbe stato un sacrificio ben più grande, essendo isolato dalla sua famiglia e dal mondo di origine. Avrebbe inoltre avuto più senso la sua storia con Jane Foster, che avrebbe avuto tempo di svilupparsi. Poi sarebbe stato semplicissimo introdurlo in Avengers, visto che sarebbe stato sufficiente fargli una telefonata🙂
  • Heimdall il Bianco interpretato da Idris Elba. Priceless.

Tiziano facts:

  • I film di Thor mi piacciono solo perché sono un appassionato. L’attore principale non è male secondo me, ma i due film valgono la pena di essere visti per Antony Hopkins (ottimo il doppiaggio) e per il personaggio di Loki, il migliore in assoluto per spessore ed interpretazione. Un po’ patetica Natalie Portman.

Captain America: The First Avenger:

  • Nemici: HYDRA e Red Skull
  • Prime apparizioni: “Bucky” (Winter Soldier)
  • Plot holes: –
  • Scena post-crediti finali: Conversazione tra S. Rogers e Nick Fury, plus uno stacchetto pubblicitario sul film Avengers.

Considerato il personaggio, questo film non è malaccio, secondo me. Prima apparizione in ordine cronologico del Tesseract, il quale alla fine viene recuperato da Tony Stark (Vedi scena post-crediti finali di Thor). Vediamo anche “in diretta” l’Expo della Città del Futuro delle Stark Industries di cui Howard Stark (il padre di Tony) parla in Iron Man 2. Decisamente un tocco di classe.

La fine di questo film è un po’ struggente (chi lo ha visto capirà) e non mi è piaciuta la battuta finale di Cap.

Paolo facts:

  • Sono andato a vedere Captain America molto scettico, perché il personaggio mi è sempre sembrato assurdo. Chiaramente creato come strumento di propaganda Cap è per me sempre stato un simbolo di patriottismo/nazionalismo US.
  • Il film si è dimostrato decisamente superiore alle mie aspettative. Mi è piaciuto il montaggio ed il feel dato alla pellicola: è stato volutamente realizzato in modo da dare l’impressione di uno degli albi pulp comics della Golden Age. Persino la retorica rimane contenuta nel personaggio che cerca sempre di fare il meglio per tutti, non solo per il suo Paese.

Tiziano facts:

  • Visto il personaggio in questione, difficile da gestire in un film che cerca di rendere attuali questi eroi, il film è stato realizzato penso nel modo migliore. L’unica cosa ridicola che faranno fatica ad attualizzare sarà la divisa, che necessariamente dovrà portare i segni distintivi e patriottici della calzamaglia originale.

Marvel’s The Avengers:

  • Nemici: Loki, Alieni (Chitauri)
  • Prime apparizioni: Thanos
  • Plot holes: –
  • Scena mid-credits: il boss degli Skrull (Chitauri) si giustifica con Thanos
  • Scena post-crediti finali: Gli Avengers che mangiano in silenzio Shawarma in un ristorante mezzo distrutto dall’attacco alieno

Questo è il capitolo finale della prima fase, dove ritroviamo tutti i personaggi principali dei film precedenti e dove succede di tutto. Si scopre che il Tesseract è un portale ed è probabilmente una delle entrate “secondarie” che Loki accenna nei film precedenti. Anche il suo scettro appare per la prima volta.

Scena mitica quando Hulk prende Loki e lo usa come clava contro il pavimento. Vediamo un po’ meglio anche Thanos.

Un’altra scena mitica quando Hulk dice “Io sono sempre arrabbiato” e si trasforma mentre dà un cazzottone della Madonna al mostrone volante. Goduria.

Paolo facts:

  • Avengers è un film che ha superato ogni aspettativa. E’ decisamente più della somma delle sue parti, merito della guida di Joss Whedon. Un sacco di personaggi ma ognuno ha il giusto screen-time, un po’ di approfondimento e un bel po’ di interazione con gli altri membri del gruppo.
  • Anche i “normali” del team hanno il loro ruolo, Black Widow e Hawkeye non sfigurano accanto ai personaggi più forti grazie a contesti in cui serve qualcosa di più della forza bruta.
  • Hulk in questo film mi è piaciuto. Il livello di confronto è così alto che non sembra macini senza alcuna difficoltà tutti i nemici. Come scrive Daniele Hulk è anche l’origine di un paio di awesome moments nel film. Era un po’ di tempo che non sentivo la gente esultare in sala.
  • I Chitauri sono in realtà gli Skrull, ma la Marvel non ha potuto usare il nome più comune perché la parola compare prima in un albo dei Fantastici Quattro di cui, purtroppo, detiene i diritti la Fox.

Tiziano facts:

  • Un filmone in tutti i sensi. Non sono però d’accordo con Paolo circa i personaggi di Black Widow ed Hawkeye. Nella scala di disastro rappresentata assumono decisamente dei ruoli quasi insignificanti e lo stesso Cap fatica a tenere il passo di Hulk, Ironman e Thor.

Considerazioni finali:

La prima fase dei film Marvel mi è piaciuta parecchio, anche se Iron Man ha un po’ troppo spazio. Avrei preferito ci infilassero un altro film, invece di offrirne due su di lui.

A parte un paio di cagate, la scomparsa di personaggi importanti e il cambio di un paio di attori (War machine e Hulk), la storia non mi è dispiaciuta per niente, e le scene d’azione sono veramente da sballo.

La cosa che collega questa prima fase è il Tesseract, un artefatto ancora un po’ misterioso, di cui scopriremo di più nei film successivi. Per ora sappiamo che è un portale tra Universi che si alimenta da solo. Può essere usato in svariate applicazioni, dato che è una fonte di energia inesauribile. L’uso che se ne fa dipende molto dall’abilità di chi lo usa.

Chissà che cosa combinerà nelle mani di Thanos…ops!

3 risposte a “Marvel Cinematic Universe: Fase Uno

  1. Secondo me Whedon è stato molto bravo in Avengers a gestire tutti i membri del gruppo. Hanno tutti uno screen time simile e nessuno di loro sembra superfluo. Certo il livello di distruzione che producono nella battaglia finale è diverso, però anche in quella occasione Cap e i “normali” fanno la loro parte nel creare vantaggi tattici e proteggendo la popolazione civile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...