Metro Last Light prime impressioni

MetrolastlightMetro Last Light è un classico FPS ambientato nel mondo descritto da Dmitry Glukhovsky nei suoi libri e si colloca all’incirca un anno dopo gli eventi narrati in “Metro 2033”.

Le prime impressioni sono più o meno positive. La possibilità di settare la lingua in Russo (con sottotitoli) aiuta molto a immergersi in questo futuro post apocalittico alla Fallout. Niente da dire sul lato grafica, sonoro ecc. dato che non si distaccano significativamente dalle aspettative odierne. Un paio di grossi problemi però sono riusciti a rovinare quasi completamente questo titolo, almeno dal punto di vista della giocabilità (la storia è ancora tutta da scoprire).

I take down: Si possono fare, nulla di nuovo. Il problema è che su MLL si possono fare anche quando il nemico è allertato della nostra presenza, o addirittura quando ci sta già sparando allegramente. Di conseguenza, si può correre contro al nemico e dargli una mazzata in testa per eliminarlo definitivamente. Un cazzotto è più forte di una mitragliata, a quanto pare. L’idea originale del take down si dovrebbe basare sul fatto che il nemico non è pronto e che si ha tutto il tempo di colpire un punto particolare per farlo collassare al suolo. Qua non credo abbiano colto questa finezza. Ieri ho letteralmente accoppato 5-6 nemici che mi stavano sparando addosso tutti insieme, avvicinandomi e colpendoli a cazzotti (faceva partire la mini sequenza del take down contro ognuno, rendendomi immortale nel processo). Okuto no Ken! YAAAAA….TATATATATATATATATATATATATA!

Lo stealth: I nemici sono completamente cecati, tranne quando ti puntano la luce in faccia. Alla fine non è un grosso problema. Quello che contraddistingue questo titolo è che si può andare in giro a spegnere ogni genere di fonte di luce. Si possono togliere le lampadine (e misteriosamente non ustionarsi durante il processo), si possono spegnere lampade, ecc. Simpatica come cosa. Però il bello è che si può immergere un’intera area nel buio totale senza allertare i nemici intorno, i quali continuano allegramente a fare quello che facevano prima. Ehm…hello? Is anybody there?

Per il resto è comunque ancora tutto da scoprire e credo che lo farò fino alla fine proprio per vedere come va a finire.

2 risposte a “Metro Last Light prime impressioni

  1. Da quello che hai scritto c’è un’AI abbastanza stupida come su Dishonored. Anche lì toglievi l’energia ad un campo di luce, che dava accesso ad un’area critica e le guardie si limitavano a dire “chi ha spento la luce?” senza andare nemmeno a controllare…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...