Crusader Kings 2: unificazione dell’Irlanda

Le mie terre (in verde). In giallo le terre su cui ho un claim dinastico

Le mie terre (in verde). In giallo le terre su cui ho un claim dinastico

Tento un esperimento folle: un misto di tutorial e After action report di una mia partita di Crusader Kings 2.

Questo gioco non ha un chiaro obiettivo, è un grand strategy, quindi come nella vita bisogna scegliersi a cosa puntare.

Io con tutta la mia abilità di newbie della serie tenterò l’unificazione dell’Irlanda.

Il mio PG

Il mio personaggio, Duca Murchad di Munster

Il mio personaggio è Murchad I, e sono il Duca di Munster.

La prima cosa che si impara è questa: il feudalesimo è una continua delegazione del potere. Mi spiego meglio. Dalla mappa si vede che controllo due territori. In realtà l’unica cosa che controllo direttamente è il castello e la relativa baronia della mia provincia di partenza (Thomond). La città e l’abbazia nella stessa provincia sono controllate da due miei feudatari, mentre l’altra provincia (Ormond) è controllata dall’Earl Ragnvald.

Nel pannello delle leggi è possibile vedere come legalmente è configurato il conferimento di tasse e leve (soldati) verso di me che sono il pezzo grosso. Ci sono 3 entità distinte: feudatari, città e chiesa. Di partenza i feudatari non mi sganciano neanche una moneta, ma forniscono soldati, le città pagano e danno qualche soldato e la chiesa dà poco di tutto, anzi i soldi li spedisce a Roma. Tutto questo è vincolato ai rapporti con i miei feudatari: un vassallo arrabbiato manderà meno truppe quando richiesto e girerà meno tasse…

Vediamo la mia famiglia, sono un padre single di un figlio decente, che è anche il mio erede, ho altri pretendenti che sono i miei due fratellastri, se dovesse capitarmi la sventura di schiattare senza eredi. Dato che morire senza eredi è l’unica condizione di game over del gioco provvediamo subito alla crescita della famiglia: prendo l’ambizione di sposarmi e mi trovo una consorte.

Matilda_I

Mia moglie, Matilda I duchessa di Toscana

La pulzella scelta è la straordinaria Matilde I di Canossa, che ha un gran carattere, è ben educata, ha un sacco di titoli nella (purtroppo) lontanissima Italia, ed è pure giovane. Spero mi dia dei figli forti, sani e intelligenti. Matilde accetta di buon grado la mia proposta, quindi ora siamo una coppia.

Per sicurezza procuro una moglie anche al mio erede, andandomi a prendere una Principessa di Navarra. Ok, non sarà una meraviglia da vedere, ma dicono che sia una bestia sotto le lenzuola, il che garantirà sicuramente una prole numerosa.

Passo i primi anni a curare l’espansione della mia baronia, costruendo un villaggio accanto al mio castello e curando la mia corte, cercando di ottenere tramite il matrimonio i migliori incroci possibili (sembra di parlare di cavalli).

Da questa esperienza ho imparato tre cose:

  1. La corte si gestisce attraverso i matrimoni, ed è responsabilità del sovrano organizzarli. Se si organizza il matrimonio di un membro della corte bisogna cercare di massimizzare le caratteristiche dello sposo dandogli una sposa che sia complementare o che abbia punteggi alti nelle stesse caratteristiche: da due esperti di strategia c’è la speranza che nasca un generale geniale.
  2. Se invece si organizza il matrimonio di un familiare, bisogna sfruttare l’occasione per creare delle alleanze, perché nel medioevo, l’unione di due famiglie è l’unico modo per forgiare un’alleanza.
  3. C’è un importante caveat da considerare: la coppia si stabilirà nella corte dove risiede l’uomo. Quindi se nella corte avete una dama esperta di gestione finanziaria e la date in sposa a qualcuno, esce definitivamente dalla vostra corte e beneficerà della sua eventuale prole il sovrano feudatario dello sposo. C’è un’eccezione a questo, e sono i matrimoni matrilineari, in cui la prole rimane nella dinastia della sposa e quindi la sposa non si trasferisce. Ideale se avete solo figlie femmine, ma pochi sovrani hanno principi da svendere.

Nel frattempo i membri del mio concilio si danno da fare per studiare tecnologie, raccogliere tasse e controllare che non ci siano spie che complottano contro di me.

Buone notizie

Buone notizie

Organizzo una bella fiera estiva per far contento il popolino ma la chiesa cerca di mettere bocca sugli intrattenimenti. I commenti del vescovo  vengono tranquillamente ignorati.

Mentre attendo paziente che le cose si evolvano, il mio vassallo il duca [inserire nome] crea una fazione indipendentista e poco dopo dichiara una guerra di indipendenza! Bastardo… ma non dovrebbe essere un problema per me, in fondo io sono il capo…

Da questa guerra, dopo tre sconfitte e dopo che il mio personaggio ha preso il tratto craven (codardo), imparo una lezione importantissima: è meglio combattere in superiorità numerica schiacciante. Perdo clamorosamente la guerra, nonostante io mi riprenda abbastanza nel finale grazie al mio Maresciallo, vincendo un paio di schermaglie poco significative, mi ritrovo con forze insufficienti per imporre la mia supremazia al duca ribelle e non mi rimane che concedergli l’indipendenza.

Per dimenticare l’onta della sconfitta organizzo una grande caccia al lupo, lasciando sfogare gli istinti della corte, il mio personaggio dà una buona prova di sé, ma conclude rovinosamente la caccia fuggendo quando viene caricato da un cervo di enormi dimensioni spaventato dai cani…

Abbiamo l'erede di scorta, successore al ducato di Munster e a quello di Toscana

Abbiamo l’erede di scorta, successore al ducato di Munster e a quello di Toscana

Mia moglie dichiara guerra a Piombino, chiedendomi un aiuto militare. I miei soldati attraversano in nave mezza Europa sbarcando nel Lazio per poi attaccare la città Toscana ed assediarla e fanno una bella figura battendo più volte i difensori fino all’arrivo di un enorme esercito mercenario. A quel punto si affrettano verso il porto, salgono sulle galere e tornano a casa soddisfatti di aver dato un buon contributo.

Si dice che la pazienza sia la virtù dei forti, infatti passo i 10 anni di tregua imposti dal trattato di pace col duca traditore ad accumulare denaro per vendicarmi… e allo scadere della tregua ingaggio la “Banda Sassone”, un folto gruppo mercenario, veterani e ben armati, dichiaro guerra al bastardo e lo schiaccio in 15 giorni, mandando senza pietà all’assalto delle fortificazioni i mercenari, pagati così cari che possono anche schiattare con dignità mentre scalano le mura dei castelli nemici.

Faccio la stessa cosa anche con il ducato più a sud (Desmond) e ora “controllo” tutta la parte meridionale dell’Irlanda, il prossimo passo è trovarmi un alleato con un matrimonio, ma penso che lascerò questo compito all’erede del mio personaggio.

Nel frattempo fra i miei domini scoppia un’epidemia di febbre tifoide, e gran parte della corte ne è contagiata. La disgrazia peggiore però accade in Italia: mia moglie si ribella al suo feudatario Sua Maestà Imperiale Kaiser Heinrich IV, Imperatore del Sacro Romano Impero, che minaccia il Granducato di Toscana con forze enormi reclutate nel Nord Italia, mentre sul fronte meridionale le cose non vanno bene con il papato e le mire espansionistiche di papa Alessandro II.

La mia preziosa moglie in prigione...

La mia preziosa moglie in prigione…

L’Imperatore imprigiona l’orgogliosa Matilda, nonostante in quel momento sia gravida, e le nostre misere finanze non hanno abbastanza potenza da pagarle un riscatto… il mio piccolo figlio nasce in prigione e diviene un nuovo prigioniero del maledetto imperatore. Dopo qualche anno il tiranno concede a mia moglie gli arresti domiciliari, ma il piccolo rimane nella schifose prigioni dell’imperatore…

I miei domini accresciuti

I miei domini accresciuti

2 risposte a “Crusader Kings 2: unificazione dell’Irlanda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...