The Hunger Games: Catching Fire

“Cathing Fire” è il secondo libro di questa trilogia. L’ho comprato il 23 Maggio e finito oggi. Non male, considerando che ultimamente non riesco a finire nessun libro per colpa di questi maledetti video giochi (Diablo 3 e The Witcher). Inizialmente lo leggevo solo sul treno ma poi la storia ha cominciato ad attirarmi sempre di più. Purtroppo non sono riuscito a trovare una versione del libro senza l’etichetta idiota che pubblicizza il film (come se già non lo sapessero anche i sassi!), fortunatamente non c’è la foto dei protagonisti del film.

Questo articolo contiene parecchi SPOILER!

Quando stavo ancora a meta’ del primo libro, mi sono fatto uno spoiler di dimensioni gigantesche quando ho preso questo secondo capitolo della trilogia per caso in libreria e scorso di sfuggita la quarta di copertina. Ci sono rimasto di merda. Ma come cazzo si fa a scrivere uno spoiler del genere? (un colpo di scena che succede solo ai 2/3 della storia). Fortunatamente, nella versione che poi ho comprato, l’editore ha pensato bene di non mettercelo e di scrivere una cosa un po’ più generica…ma purtroppo il danno è stato fatto.

Non mi ha comunque rovinato troppo la lettura perché, come ho detto in precedenza, trovo lo stile di Suzanne Collins molto piacevole. Inoltre mi sono molto affezionato ai personaggi e quindi sono molto curioso di leggere quello che gli succede.

Una cosa che mi piace particolarmente di questa storia per ora, è come la scrittrice è riuscita a creare uno dei personaggi più odiosi che ho mai avuto la sfortuna di “incontrare” in un libro. Il presidente Snow…un figlio di puttana veramente ma veramente da sparargli in faccia. Spero proprio che faccia una bruttissima fine. Dall’altro canto non riesco a capire come i personaggi e gli abitanti in generale, sopportino il mondo in cui vivono e questo dittatore.

Per più di meta’ del libro ci ritroviamo nel Distretto 12, dove Katniss e compagnia bella sono stati trasferiti nella parte “ricca” destinata a quelli che hanno vinto i Giochi. Dato che il Distretto 12 non è stato molto fortunato per quanto riguarda il numero di vittorie nei precedenti giochi, ci sono solo lei, Peeta e il loro mentore Haymitch. Questa situazione idilliaca diciamo non è comunque destinata a durare. Infatti i nostri eroi sono ingiustamente ricatapultati all’interno dei Giochi, che quest’anno sono speciali (ogni 25 anni c’è una versione speciale e guarda caso in questa qua ci vanno solo quelli che hanno vinto i giochi precedenti…incluso vecchi che lo hanno vinto tipo 60 anni prima). Non vi dico come va a finire il libro, non ci sperate😉 La fine è comunque molto gratificante e l’inizio del terzo libro è buono, considerato il climax di questo qua.

In generale è molto avvincente, anche se la versione dell’arena presentata in questi Giochi non è proprio il massimo. Ancora non si capisce veramente di chi Katniss è innamorata. Ci sono sostanzialmente il ficaccio Gale che non ha fatto un cazzo ma dato che è fico è quello che di solito si prende la ragazza, e il tipico confidente sfigato innamorato per davvero Peeta, il quale mi fa pena (come tutti i confidenti sfigati innamorati per davvero). Katniss non sa decidere perché da un lato ha il ficaccio e dall’altro il romantico perfetto ma non ficaccio…dilemma che ha assillato da sempre le donne. Solo una scrittrice avrebbe potuto mettere nero su bianco questa cosa, nessun uomo ci sarebbe riuscito😉

Da notare che c’è molta nudità nelle pagine del libro, come se non fosse ormai più una cosa così importante (in alcuni pezzi dei personaggi si trovano completamente nudi). Simboleggia il fatto che di fronte al potere dittatoriale in realtà siamo tutti un po’ nudi? O serve per titillare un po’ il lettore? Non lo so…quello che so però è che sarebbe bello lo facessero anche nel film ;P

Voto 4/5 (l’arena la poteva fare un po’ più bella questa volta).

2 risposte a “The Hunger Games: Catching Fire

  1. Beh il dilemma fra il figo muscoloso e il nerd di turno dolce e dedicato è un vecchio cliché della narrativa per adolescenti. Basta pensare agli innumerevoli manga a riguardo. Vi ricordate Video Girl Ai?

  2. Il trailer del film mi ha fatto così cagare che questa trilogia non penso la leggerò per i prossimi 5 anni.
    Per quanto riguarda la nudità anche su Starship Troopers c’era, poi trasportata anche nel film (che per come è stato realizzato faceva venire la diarrea col fischio). In generale questo tema (quello della nudità non della diarrea…) credo sia un messaggio che punti a far riflettere sulle discriminazioni sessuali, ancora piuttosto marcate ai giorni nostri.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...