[Libri] The Hunger Games

Il primo libro di questa trilogia scorre come l’acqua fresca in una giornata torrida estiva. Ci ho messo parecchio a finirlo perché alla fine l’ho letto soltanto durante il mio tragitto casa-lavoro-casa (circa mezz’ora al giorno). Per un motivo o per l’altro trovo lo stile di scrittura femminile molto più piacevole e scorrevole…o forse per ora è stato un semplice caso.

La prima cosa che ho notato è che il film non fa assolutamente giustizia ai personaggi del libro. Questo potrebbe essere attribuito a svariati motivi e i primi che mi vengono in mente sono il fatto che, secondo me, gli attori sono dei cani e/o il regista è da quattro soldi. Difatti non mi è piaciuto per niente (il film). Lei fa tanto la fichetta ma non recita…fa le faccine. Gli altri due non ne parliamo che è meglio.

Non mi resta altro che mettere a confronto il libro con la trasposizione cinematografica.

!SPOILERS!

Sostanzialmente il film è uguale al libro (tranne la fine), per lo meno le cose che succedono sono le stesse e quasi nello stesso ordine cronologico (che faticaccia che ha fatto lo sceneggiatore vero? Capisco però che è il tipico problema delle sceneggiature non originali)…però come al solito il libro è 10 volte meglio.

La cosa fatta peggio nel film è proprio questo “triangolo” tra Katniss, Peeta e Gale. Non si capisce cosa le passa per la testa. Nel libro è chiaro perché i vari sentimenti sono messi nero su bianco. La scrittrice ha avuto tutto il tempo di questo mondo per far capire al lettore tutto ciò che voleva. Il film purtroppo deve necessariamente avvalersi della bravura degli attori nell’esternare questi sentimenti con output visivi, dato che mettere dialoghi assurdi di 10 minuti alla Quentin Tarantino non è un opzione per un film di azione come questo.

Io non ci avrei messo questi attori usciti dalle superiori l’altro ieri. Ma qua capisco finalmente la fatica che ha fatto il marketing di questo film per far andare la gente al cinema. Il film fa cagare ma ha fatto miliardi…non vedo altre spiegazioni.

Tornando al libro, Katniss si è tenuta cura della sorellina minore e della mamma (padre morto nella miniera in cui lavorava) per tutto il periodo in cui avrebbe dovuto avere una vita sociale con i propri coetanei e sperimentare i primi amori. Sostanzialmente è una selvaggia. Si trova di fronte a questo sentimento per lei alieno ed è molto frustrante leggere quello che pensa quando questo Peeta è chiaro che è perdutamente innamorato di lei e fa delle cose che uno non farebbe neanche per la propria madre.

All’inizio il lettore è portato a credere che questa relazione tra Kat e Peeta è tutta una strategia per vincere questi “giochi”, ma piano piano si scopre che lui è sempre stato innamorato di lei, fin da bambino. Lei, dall’altro canto, non essendo abituata a questa cosa e non cogliendo quasi nessun indizio, non riesce a capire se quello che lui prova è reale oppure parte di questa strategia (non si fida insomma, sia di lui ma anche e soprattutto dei propri sentimenti)…non riesce neanche a capire se lei stessa prova qualcosa per lui, addirittura fino alle ultime righe del libro (le classiche pippe mentali…se ne fa parecchie durante lo svolgimento della storia).

E’ un po’ come amare un san pietrino (e io di esperienze così ne ho avute…ma questa è un’altra storia). La cosa che odio poi è leggere questo bellissimo libro e visualizzare nella mente le facce degli attori cani quando leggo i vari dialoghi!

La distopia presentata nel libro secondo me è molto forzata. Capisco che è un libro di fantascienza però una società strutturata così non durerebbe molto. Immagino che la fine della trilogia vedrà un nuovo sistema sorgere dalle ceneri di questo qua.

Lo scontro finale nel film è diverso da quello del libro, per ovvi motivi. Nel libro ci ritroviamo davanti a degli orrori biologici creati con i corpi dei “tributi” morti durante i “giochi” e sono sicuro che a Hollywood non se la sono sentita di lasciare invariata questa cosa. Li capisco…per una trilogia che dovrebbe fare concorrenza a quella di Twilight, una fine così orripilante non avrebbe funzionato e avrebbe alzato le restrizioni d’età di parecchio (e devo dire che mi si sono alzati i peli del collo anche a me). Nel film ci hanno messo dei cani qualsiasi modificati dai “gamemasters” (quelli che organizzano questi giochi).

Ora non mi resta che rimediare il secondo libro🙂

Voto: 5/5

3 risposte a “[Libri] The Hunger Games

  1. Volevo scrivere un paio di considerazioni su Katniss.

    E’ il tipico personaggio che, in circostanze normali, troverei abbastanza odioso. In questo contesto invece non sono riuscito a non amarlo, perché alla fine il suo comportamento/carattere non è originario di una vita viziata, tutt’altro.

    Katniss ha tutte le caratteristiche tipiche di una ragazza/donna che non sopporterei ma, tenendo in considerazione il suo passato e la distopia in cui ha vissuto, in un certo senso non riesco a odiarla.

    Per capire bene di cosa parlo bisognerebbe leggere i libri😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...