[Libri] The Girl With The Dragon Tattoo

Mi sono incuriosito molto di questa storia dopo aver visto il trailer del film al cinema (che andrò a vedere Venerdì prossimo). Ho scaricato il libro attraverso iBook il giorno di Natale e non ho smesso di leggerlo fino a poco fa. Fa parte di una trilogia chiamata Millennium, scritta da Stieg Larsson, un autore Svedese morto in circostanze non molto chiare poco dopo aver dato i manoscritti di questa serie all’editore.

La traduzione dallo svedese sembra fatta bene, anche se ovviamente non posso saperlo dato che lo svedese non lo conosco. Considerato che l’ho letto in poco più di una settimana posso dire che almeno scorre molto bene, ma capisco anche che in una traduzione lo stile personale dello scrittore si perde. C’è una cosa in particolare che non ho capito se è stato un errore di traduzione (dubito) o semplicemente lo stile dell’autore: quello di scrivere l’ora del giorno all’Americana senza includere l’AM e il PM per indicare se si tratta del giorno o della notte. Spesso facevo fatica a capire se stavo leggendo una cosa che succedeva durante il giorno o durante la notte. Per il resto è stata una lettura molto piacevole.

Il personaggio principale, e cioè “la ragazza col tatuaggio di un drago”, è proprio la cosa che ho trovato più interessante perché è veramente un tipo molto bislacco, essendo essenzialmente una sociopatica che ha avuto un’infanzia molto particolare. E’ anche un genio col computer; abilità che le sarà di fondamentale importanza nella risoluzione di questo mistero (non da sola comunque). L’altro personaggio principale è un giornalista investigativo di una rivista di finanza che ha quasi il doppio della sua età. Anche se sono molto diversi l’uno dall’altra, lavorano molto bene insieme e sono complementari.

Cosa tipica e onnipresente nelle storie scandinave è il sesso e anche qua compare molto spesso. Un’altra cosa tipica è il caffè; i personaggi lo bevono in continuazione a tutte le ore della giornata e l’autore ha fatto molta fatica a far capire questa cosa al lettore. Se si cancellano tutti i riferimenti al caffè si potrebbe eliminare un bel pezzo del libro. Non sono state comunque delle cose che hanno tolto troppo dal piacere di leggere la storia. Credo che in Europa la Scandinavia è il posto dove bevono più caffè.

Questo mistero sembra abbastanza irrisolvibile per la maggior parte del libro e dopo un po’ questa cosa mi ha dato parecchio fastidio. Forse è una cosa tipica di queste storie e sicuramente mi ha lasciato incollato al libro. Spesso non riuscivo veramente a smettere di leggere e durante le giornate l’ho ripreso parecchie volte.

Voto 5/5

23 risposte a “[Libri] The Girl With The Dragon Tattoo

  1. La serie di Larsson mi è stata regalata per Natale… ma devo ammettere che sono stata attratta da altri libri che avevo sul comodino… anche se prevedo di iniziare a leggerla domani!😀 Motivo del mio girovagare alla ricerca di recensioni e notizie…

    • Ciao Godot, benvenuta nel nostro blog deserto🙂 ti farà probabilmente piacere sapere che a parte noi tre autori e un altro amico mio, sei l’unica che ha scritto un commento dopo un anno dalla creazione del blog🙂

      Siamo grandi insomma ;P

    • Ho scoperto ora che il primo libro della trilogia in italiano si intitola “Uomini che odiano le donne”, di cui ho visto il film più di un anno fa. Abbastanza crudo in alcune scene, ma sicuramente di effetto; ricordo che l’ambientazione mi aveva interessato molto, oltre alla protagonista che era praticamente un maschiaccio.
      Su amazon vendono tutti e tre i libri a prezzi abbordabilissimi ed anche se col film mi sono spoilerato il primo volume penso che lo acquisterò visto che sto aspettando l’uscita dell’ultimo libro dell’epopea di Horus Heresy

      • Che è poi il titolo originale tradoto dallo svedese (Män som hatar kvinnor). La trilogia è già uscita in versione film nel 2009 diretta da Niels Arden Oplev (quella che hai visto tu, ha fatto tutti e tre i film).

        La versione che vado a vedere Venerdì è l’ultima di David Fincher e probabilmente sarà un’altra trilogia. Non chiedermi perché devono sempre fare la versione americana dei film europei.

      • Almeno questa volta hanno tradotto correttamente un titolo originale, mentre se lo sono inventato nella versione americana😀

      • Ah si un’altra creazione italiana…
        Giusto stamattina stavo pensando a The Stand di Stephen King che è diventato L’ombra dello scorpione. Capisco che è difficile rendere il significato di una parola che non si può tradurre direttamente, ma sparare a random? E vogliamo parlare di Total Recall->Atto di forza? Oppure The Running Man->L’implacabile?

    • Il sole a mezzanotte a Stoccolma durante i giorni più lunghi estivi, e non è che c’è proprio il sole che ti devi mettere gli occhiali scuri, c’è giusto luce abbastanza per leggere il giornale di fuori. Mentre la notte perenne in Scandinavia forse nella parte più a nord, di certo no a Stoccolma🙂

      Le giornate cmq sono di 24 ore. Se leggo una cosa senza contesto del tipo “se magna na banana alle 7.30” io come faccio a sapere se se l’è magnata di mattina a colazione o la sera?

      Era quello che intendevo.

      • Il sole di mezzanotte c’è solo a latitudini superiori a quelle del circolo polare artico o inferiori a quelle del circolo polare antartico.

        Ma gli orari sono indicati nel formato a 24h?

      • Nel libro? No, l’autore (o il traduttore) mette gli orari nel formato 12h senza specificare se si tratta della mattina o sera (AM o PM). Spesso si capisce perché il contesto della vicenda te lo fa capire, ma non sempre.

        In Finlandia l’orario è in formato 24h.

      • Oddio l’esempio della banana mi ha fatto venire in mente una citazione di una canzone di uno che sale in metropolitana, se magna ‘na banana e… Se non avete colto la citazione mandatemi un’email😛

      • E’ una citazione dei Prophilax, tanto per non scordarci che siamo di Roma…
        anche se ormai a RM siamo rimasti in pochi😦

    • Per esperienza personale posso dire che chi non è madrelingua inglese-americano tende a “dimenticare” l’utilizzo di AM e PM nell’indicare l’orario. Ho avuto esperienze in tal senso in tutti i paesi esteri in cui sono stato.

      • Ormai mi trovo e intervengo!!!:mrgreen: L’utilizzo AM e PM è spesso bypassato nella lingua parlata, visto che… beh, alla fine si vede se è presto o tardi. Mentre viene usato nella forma scritta, spesso formale, e nelle tabelle degli orari…

        … Ehm…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...