Siamo forti

Campanile di Giotto a Firenze


Assassin’s Creed 2 mi fa sentire orgoglioso di essere italiano. E’ praticamente un libro di storia “multimediale” sul risorgimento italiano…multimediale perché ogni tanto devi interrompere i giri da turista per accoppare qualcuno😉. L’ho appena iniziato e già mi ha impressionato parecchio. Avendo giocato al primo, ho subito notato che hanno voluto fare il seguito molto più variegato del primo, il quale diventa parecchio ripetitivo dopo le prime missioni.

Per ora mi trovo a Firenze, ancora devo andare a visitare il ponte vecchio…mi sono buttato dalla cima del campanile di Giotto…fantastico. La direzione artistica del gioco è incredibile e finalmente me la posso godere con un televisore HD con le palle. Cioè dalla cima del campanile mi sono goduto una vista incredibile che probabilmente non avrei potuto godermi neanche se fossi andato a Firenze (non credo si possa scalare il campanile)…come si dice, “the next best thing”.

Andare in giro a visitare i vari landmark della mappa è divertente tanto quanto portare a termine le varie missioni/quest che ci sono in giro. Su questo si sono distaccati di molto dal primo. Ora le quest si vedono nella minimappa stile World of Warcraft (con il punto esclamativo…non sopra l’NPC fortunatamente, che in un gioco del genere avrebbe stonato non di poco). Ci sono anche dei mercanti…e le puttane tipiche di quel periodo (erano anche regolamentate dal governo…bei tempi ;)). La città è viva e piena di gente e dopo aver giocato a un gioco del genere, le città scarne tipiche del gioco medio non sono più soddisfacenti e vuote a confronto.

Il gioco si può anche mettere con i dialoghi in italiano. Non ho rischiato…anche se comunque i dialoghi contengono parecchio italiano parlato malissimo. Un gioco che consiglio vivamente…cioè cazzo salti da un tetto all’altro di Firenze mentre ti godi l’arte rinascimentale e qualche assassinio…che altro volete di più😉

6 risposte a “Siamo forti

  1. Te l’avevo detto che era una fissa. I dialoghi in italiano sono ben fatti come anche le voci dei png che sono nel dialetto della città ove ti trovi. Ti consiglio di switchare la lingua, non te ne pentirai. Oltre alla realizzazione incredibile delle città (aspetta di vedere Venezia!) ti puoi fare una cultura anche analizzando tutti i quadri disponibili nel gioco, che riportano una breve descrizione dell’opera con molte altre notizie sulla loro realizzazione. Un gioco che strizza veramente l’occhio alla cultura😉

  2. Devo dire che il gameplay è abbastanza ripetitivo (almeno nel primo), comunque questa attenzione per i dettagli culturali mi fa molto piacere, sopratutto in un titolo che non è sviluppato in Italia.
    No, salire sul campanile di Giotto non si può, e anche se si potesse, la vista sarebbe offuscata dall’oscena nube di smog che copre Firenze tutti i giorni dell’anno😦

    • Però nel 1500, fatta eccezione per la puzza di piscio, la cosa era fattibile, anche se poi dubito che un carro pieno di fieno avrebbe attutito la caduta, sempre che poi una avesse fatto centro!😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...